Affossare il mercato di via Paparelli per San Martino: piano inaccettabile!

Confcommercio: “Nulla è ancora detto. Irresponsabili le esternazioni di Romoli”

Affossare Paparelli per San Martino: inaccettabile il piano di Confesercenti. Franco Palermo e Alessio Giovarruscio, rispettivamente presidente della Fiva Confcommercio e coordinatore sindacale replicano alle parole del rappresentante di Confesercenti: “Nulla è ancora detto, per questo le incredibili esternazioni pubbliche di Simone Romoli sulla destinazione del mercato Paparelli all’ex Cpt rappresentano un danno molto grave inferto a tutti e 220 operatori che attendono una soluzione per il principale mercato cittadino” – spiegano i rappresentanti di Confcommercio: “In prima istanza facevamo fatica a capire con quale scopo Romoli si permetteva di affermare a mezzo stampa che il mercato Paparelli non può essere destinato all’ex Cpt. Mentre noi siamo impegnati a verificare concretamente punto punto questa soluzione, con tanto di rilievi sul posto, Romoli, basandosi esclusivamente su di una approssimativa cartina prodotta dagli uffici e senza il minimo approfondimento, si permette di affermare che il mercato lì non ci può stare. Un modo davvero imbarazzante e superficiale di procedere, con effetti potenzialmente disastrosi sul futuro del Paparelli”.

Secondo Palermo e Giovarruscio “il perché di tanta fretta è nella richiesta del rappresentante di Anva Confesercenti di trasferire all’ex Cpt il mercato di via San Martino. Siccome però il lavoro degli ambulanti è una cosa molto seria, e coinvolge il destino di centinaia e centinaia di famiglie, e siccome i mercati sono una cosa altrettanto seria, non possono essere spostati a piacimento da una parte all’altra della città come pedine che si muovono sulla scacchiera, ci sentiamo di stigmatizzare questo modo irresponsabile di procedere sulla pelle di tutti gli operatori, il cui esito è scritto: compromettere una possibile soluzione per Paparelli. Noi sosterremo la migliore soluzione possibile anche per San Martino, ma senza mai mettere un mercato contro l’altro”.

Contrariamente agli altri, senza lanciarsi inutili e capziosi proclami” – concludono Palermo e Giovarruscio – “noi continuiamo a lavorare e a verificare la strada della soluzione dell’ex Cpt per il mercato Paparelli: a partire proprio dalla realizzazione di una nostra cartina e da tutta una serie di azioni che metteremo in gioco fino all’ultimo. Certezze assolute non ne abbiamo, ma quel che è sicuro è che ci proveremo fino alla fine”.

Hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi farci una segnalazione? Contattaci!

Alessio Giovarruscio

scrivi
chiama
Condividi la notizia:
error