Fiva Confcommercio Pisa: “Nel limbo da 14 anni”

“Se c’è qualcosa da modificare nel Ddl Concorrenza si modifichi, l’importante è che si faccia subito, senza perdere altro tempo. Siamo nel limbo da 14 anni e siamo stanchi di lavorare senza avere alcuna certezza per il futuro”. È perentorio il commento del presidente Fiva Confcommercio Pisa e Fiva Confcommercio Toscana Franco Palermo dopo i rilievi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sul tema delle concessioni degli ambulanti. “La nostra federazione a livello nazionale è pronta ad eventuali correttivi, ma bisogna darsi una mossa, perché siamo in regime di proroga da 14 anni e stiamo morendo. Nessuno si metta in testa di togliere il lavoro agli ambulanti che hanno fatto sacrifici e investimenti – prosegue Palermo -. Alle istituzioni chiediamo di lasciarci lavorare senza metterci in mezzo a dispute o battaglie politiche. Abbiamo perso 32mila imprese in otto anni e abbiamo bisogno di sostentare le nostre famiglie con il lavoro”.

“Quando sento parlare di lobby in riferimento agli ambulanti, una categoria che negli ultimi anni ha subito una radicale trasformazione e colpi durissimi, mi viene da sorridere – le parole del direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. “Non facciamo scherzi sulla pelle di migliaia di operatori, i mercati sono fin troppo aperti e concorrenziali. La legge ha avuto l’avallo dell’Unione Europea e di tutta la Commissione e apre finalmente uno spiraglio dopo un periodo fatto di proroghe e rinnovi, in seguito alle nostre richieste di un provvedimento rispettoso della normativa europea ma che tenesse conto della professionalità e dell’esperienza degli operatori”.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Alessio Giovarruscio