Ringraziamo l’Asl Toscana Nord-Ovest dell’opportuna risposta e apprezziamo che la nostra richiesta non sia caduta nel vuoto, ma considerando che in gioco ci sono la salute e la sicurezza di migliaia di persone, cittadini, visitatori e turisti, oltre alla qualità della vita e al benessere di un intero territorio, crediamo che il Litorale pisano meriti uno sforzo supplementare rispetto a quello delle 12 ore in cui è attualmente garantita la presenza dell’ambulanza”.

Il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli ribadisce la necessità di “avere per l’intera estate l’assoluta garanzia della copertura totale del servizio, con un’ambulanza attrezzata e presente direttamente sul Litorale disponibile h 24. La sicurezza non può essere garantita ad ore, imprenditori, commercianti e residenti di Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone sono giustamente preoccupati, anche in un’ottica di sicurezza e tutela delle migliaia di turisti e vacanzieri che tra poche settimane affolleranno il nostro litorale sette giorni su sette e non soltanto il fine settimana”.

Viste le dichiarazioni dell’assessore Bonanno, che in questa vicenda tira in ballo la Società della Salute, abbiamo altresì chiesto delucidazioni in merito al presidente della Società della Salute Zona Pisana Sergio Di Maio, il quale ci ha confermato che “la competenza su tale servizio di emergenza/urgenza è della AUSL Toscana Nord Ovest e non della Società della Salute”, confortandoci di aver sollecitato per le vie brevi la AUSL Toscana Nord Ovest ad adoperarsi per la risoluzione della questione”.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Arianna Gherardeschi