Area Igiene degli alimenti – Due recenti novità: allergeni e acrilammide

due recenti novità in ambito dell’igiene alimentare:

1 ALLERGENI

Il 9 maggio 2018 entra’ in vigore il decreto sanzionatorio 231/17, recante le disposizioni applicative e le sanzioni relative al Reg. UE n. 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti alimenti e allergeni

A livello pratico le disposizioni impongono:

  • l’indicazione di decongelato sui prodotti con applicazione delle deroghe previste.
  • l’obbligo di detenere una documentazione scritta, facilmente consultabile dai consumatori e dalle autorità di controllo, in cui devono essere indicati gli allergeni di ogni singolo prodotto alimentare venduto e somministrati;

Si precisa che per l’omessa indicazione degli allergeni, la sanzione prevista varia dai 3.000€ ai 24.000€, mentre per l’indicazione non conforme alla normativa vigente, la pena va da 1.000€ a 8.000€.

2 ACRILAMMIDE NEGLI ALIMENTI: Regolamento (UE) 2017/2158

Ad aprile è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2017/2158, che obbliga gli operatori a ridurre i livelli di acrilammide propri prodotti. L’acrilammide è una sostanza dannosa per il consumatore che può formarsi, in modo del tutto naturale, durante la cottura ad elevate temperature dei prodotti amidacei contenenti zucchero e l’amminoacido asparagina, come patate, cereali, caffè, pane, pizza, biscotti e fette biscottate.

Gli Allegati I e II del Regolamento (UE) 2017/2158 riportano quali siano le misure e gli accorgimenti che gli operatori devono applicare per attenuare e/o ridurre la presenza di acrilammide: procedure che richiedono una revisione del Manuale di Autocontrollo Aziendale (HACCP).

Per qualsiasi chiarimento e consulenza, siamo naturalmente a vostra disposizione.

Cordialmente

Dr.ssa Azzurra Lami a.lami@confcommerciopisa.it

Dott. Gianni Salvadori haccp@confcommerciopisa.it

 

Condividi la notizia: