Prioritaria la sicurezza, off-limits la spiaggia dalle 1 alle 5 di mattina

Affollata riunione dei gestori degli stabilimenti balneari del litorale pisano, riuniti dal Sib Confcommercio Provincia di Pisa al bagno Nirvana alla presenza del presidente del Sib Confcommercio Fabrizio Fontani, del direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli, del comandante della polizia Municipale Alberto Messerini, del funzionario dell’ufficio ambiente del comune di Pisa Roberto Papini, del maresciallo della Capitaneria di Porto Sala e del rappresentante di Geofor Gerardo Ergoli.

Dall’applicazione dei protocolli anti-covid all’interno degli stabilimenti balneari, al tema delle modalità di raccolta dei rifiuti, in accordo con l’ufficio ambiente, dalle iniziative a carattere sociale come Mare d’argento ad altre iniziative di promozione del territorio sono alcuni degli aspetti affrontati nel corso della riunione.

Tema dominante dell’assemblea dei balneari è la sicurezza e la richiesta di intervento contro i frequenti atti di vandalismo, furti e danneggiamenti alle strutture e alle attrezzature, soprattutto in orario notturno. “A tal fine” – spiega il presidente del Sib Confcommercio Fabrizio Fontani” – chiederemo con lettera ufficiale, al Prefetto, al sindaco e agli assessori competenti di integrare l’attuale ordinanza che disciplina le attività balneari di competenza comunale con il divieto di accesso in spiaggia dalle ore 1 alle ore 5 del mattino, proprio in considerazione della vasta ampiezza dell’area, impossibile da controllare, sul modello di altri comuni a vocazione turistica, penso ad esempio a Rimini. Sarebbe un importante deterrente per il contrasto alla indiscriminata presenza notturna sulle spiagge, troppo spesso ridotte a scenari per il consumo di alcool e stupefacenti”.

“La stagione estiva è partita e gli imprenditori balneari sono pronti a fare il solito, grande lavoro” – il commento del direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli: “professionalità, accoglienza, disponibilità, sicurezza, rispetto delle regole, sensibilità e attenzione al territorio rappresentano le migliori qualità del nostro turismo balneare. Mi auguro che le istituzioni competenti possano intervenire efficacemente a risolvere o quanto meno a contenere quei sempre più diffusi fenomeni di insicurezza e vandalismo che affliggono gli stabilimenti balneari”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: