“Fermo restando il parere positivo espresso dalla nostra Associazione sul piano di rientro delle bancarelle del Duomo come da Lei prefigurato in occasione dell’incontro avvenuto in occasione della I Commissione lo scorso 26 ottobre 2018, primo e ultimo incontro ufficiale, e anche alla luce delle affermazioni espresse a mezzo stampa da parte dell’onorevole Ziello, che indossando i panni dell’ex assessore Andrea Ferrante, ci ripropone di nuovo la stessa trita minestra di Largo Cocco Griffi, siamo a ribadire la nostra ferma contrarietà all’ipotesi di spostamento in Largo Cocco Griffi”. E’ quanto scrivono in una lettera indirizzata al sindaco di Pisa Michele Conti il presidente della Fiva ConfcommercioPisa Franco Palermo, il presidente della Commissione Duomo Roberto Tarabusi e il referente Confcommercio Alessio Giovarruscio.

Nella stessa missiva i rappresentanti degli operatori richiamano il primo cittadino al “rispetto delle due sentenze di Tar e Consiglio di Stato e da un Piano del Commercio del 2001 tutt’ora in vigore, che stabiliscono inequivocabilmente il sacrosanto diritto degli operatori di rientrare in piazza Duomo ciascuno al proprio posto”.

Assecondando la necessità di proporre “un percorso decisionale plausibile in vista di una soluzione condivisa, proponiamo che il Sindaco si faccia promotore di organizzare una Conferenza dei Servizi aperta a tutti i portatori di interesse della vicenda, amministrazione comunale, ministero, associazioni di categoria, prefettura etc.. che nella massima trasparenza possibile e sotto gli occhi della città, possa finalmente deliberare su questa vicenda secondo diritto ed equità, salvaguardando il lavoro e la dignità di 44 operatori commerciali” – concludono.

Condividi la notizia:
error