Titolari e gestori di edicole e rivendite di giornali e riviste avranno tempo fino a venerdì 8 marzo per presentare le domande di accesso ai contributi stanziati dal Dipartimento dell’Editoria e dell’Informazione. “Praticamente un mese di tempo per beneficiare della nuova misura introdotta a sostegno della rete di vendita delle edicole” spiega il presidente del gruppo Edicole Snag Confcommercio Pisa Luca Ravagni.

Parliamo di un contributo forfettario fino a 2mila euro per la realizzazione di progetti di consegna a domicilio di quotidiani e periodici, progetti di aperture domenicali, progetti di consegna di riviste e giornali alle attività commerciali limitrofe e attivazione di punti vendita addizionali. Tale contributo sale fino a 3mila euro per le edicole ubicate nei comuni delle Aree interne”.

In arrivo anche una seconda tranche di agevolazioni. “A partire dal 15 aprile e fino al 15 maggio sarà possibile ricevere un contributo per le spese sostenute per Imu, Tasi, Cosap, Tosap e Tari, canoni di locazione, servizi di fornitura di energia elettrica, servizi telefonici e di collegamento a internet, acquisto o noleggio di registratori di cassa o di registratori telematici, acquisto o noleggio di dispositivi Pos e altre spese sostenute per la trasformazione digitale e l’ammodernamento tecnologico”.

Parliamo di misure in grado di garantire almeno un po’ di respiro agli edicolanti che possono beneficiare di questa misura già alle prese con difficoltà strutturali sempre più difficili da sopperire” prosegue Ravagni. “I margini di profitto sempre più bassi e la vendite di quotidiani e riviste sempre più ridotte stanno mettendo a rischio l’esistenza stessa delle edicole. Negli ultimi cinque anni l’Italia ha perso 3.339 punti vendita esclusivi di quotidiani e riviste: realtà che costituiscono uno straordinario punto di riferimento per il territorio e la comunità, garantendo un servizio essenziale”.

Invitiamo gli interessati a contattarci tempestivamente per accedere ai contributi” conclude Ravagni.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Arianna Gherardeschi