Bonus Export Digitale Plus è l’incentivo che sostiene le microimprese manifatturiere nelle attività di internazionalizzazione, attraverso l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export.

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro e piccole imprese manifatturiere con sede in Italia, anche aggregate in reti o consorzi.

Sono ammissibili al contributo le seguenti spese per l’acquisto di soluzioni digitali per l’export:

  • consulenze finalizzate all’adozione di soluzioni digitali
  •  realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile e servizi accessori all’ e-commerce quali quelli di smart payment, predisposizione di portfolio prodotti, traduzioni, shooting fotografici ecc
  • realizzazione di una strategia di comunicazione dell’export digitale
  • sistemi di Customer Relationship Management – CRM
  • digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione
  • restyling di siti web grafici e/o di contenuti
  • iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS
  • servizi di consulenza finalizzati ad aumentare la presenza sui mercati esteri
  • upgrade delle dotazioni di hardware necessarie

ll contributo alle imprese è di € 10.000 a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a € 12.500 ed è concesso in regime “de minimis”. Sale a € 22.500 per le reti e i consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a € 25.000.

L’importo è erogato in un’unica soluzione a seguito di rendicontazione delle spese sostenute presso società fornitrici iscritte all’elenco dei fornitori di soluzioni digitali per l’export.

Le domande sono aperte a partire dal 13 febbraio e fino al 12/04/2024.

Per maggiori informazioni e per presentare la domanda:

Elisabetta Luppichini