Confcommercio: “Non siamo ancora fuori dalla crisi, auspichiamo altri aiuti per le attività”

Alla chiusura dei termini per la presentazione delle domande dei contributi a fondo perduto è positiva la valutazione del presidente di Confcommercio Cascina Marcello Mosca. “Il bilancio dei contributi assegnati con il primo bando dedicato al sostegno delle attività economiche di Cascina ci lascia soddisfatti, sia per lo stanziamento delle risorse che permettono agli imprenditori del territorio di attingere a quella liquidità quanto mai necessaria in questa fase delicatissima per la ripresa, ma anche perché grazie alla concertazione con la nostra associazione il Comune ha ampliato considerevolmente la platea delle aziende beneficiarie”.

“Dal 31 luglio sono state presentate 240 domande, per un totale di circa 245mila euro. Adesso diventa fondamentale rifinanziare il bando, per permettere a tutte le aziende di avere accesso ai contributi. I numeri delle domande presentate dimostrano che il tessuto commerciale e produttivo di Cascina soffre indiscutibilmente gli effetti della pandemia, e va sostenuto con tutte le risorse necessarie”.

“Un aspetto fondamentale è stato quello di includere tra gli aventi diritto qualunque tipologia di impresa, anche quelle costituite dopo il 30 giugno 2019, senza distinzioni di categorie o codici Ateco, ma esclusivamente basandosi sulle perdite di fatturato” afferma il responsabile territoriale di Confcommercio Provincia di Pisa Luca Favilli. “Ringraziamo il sindaco Michelangelo Betti e gli assessori Bice Del Giudice e Paolo Cipolli per aver accolto le nostre richieste dimostrando sensibilità e attenzione verso le imprese del territorio, ancora ben lontane dal superare la crisi innescata dal Covid. Adesso auspichiamo che si arrivi celermente al rifinanziamento del bando”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: