La consegna presso la sede di Confcommercio Provincia di Pisa

Confcommercio Provincia di Pisa e SIB (Sindacato Italiano Balneari) Confcommercio Pisa donano 500 mascherine FFP2 alle associazioni di volontariato pisane. Un gesto simbolico di vicinanza e solidarietà per esprimere pieno e convinto sostegno agli operatori di Croce Rossa Italiana, Caritas di Pisa, Pubblica Assistenza del Litorale Pisano e Associazione Talenti Autistici: alcune tra le associazioni del territorio che si sono particolarmente prodigate nelle fasi più drammatiche dell’emergenza Covid.

A fare da cornice alla donazione una speciale cerimonia presso la sede di via Chiassatello a Pisa, dove il presidente di Confcommercio Provincia di Pisa, Stefano Maestri Accesi e il presidente del Sib Confcommercio Pisa Fabrizio Fontani hanno consegnato le mascherine direttamente alla vice-presidente della delegazione pisana della Croce Rossa Italiana Antonella Petrinelli al direttore della Caritas di Pisa Don Emanuele Morelli, a Massimo Rutinelliconsigliere della Pubblica Assistenza del Litorale Pisano, e a Sara Frediani, presidente dell’Associazione Talenti Autistici.

Ogni associazione avrà così a disposizione 125 mascherine. Un piccolo contributo realizzato con l’intento di supportare l’attività di operatori e volontari che ogni giorno dedicano tempo, cura e impegno per sostenere i soggetti fragili e bisognosi della nostra comunità.

Il presidente di Confcommercio Maestri Accesi si è rivolto alle associazioni di volontariato: “Un piccolissimo gesto, la dimostrazione del nostro grazie perché voi con le vostre attività riuscite a stare vicino alle persone meno fortunate di noi. Un modo per offrirvi la nostra massima disponibilità per ogni iniziativa futura che vogliate proporci”.

“Una piccola goccia in un mare rispetto alle tantissime esigenze che il territorio e la comunità vivono. Ci rendiamo conto che i bisogni aumentano, cercheremo di fare sempre di più a servizio del mondo del volontariato” – ha confermato il presidente del Sib Fabrizio Fontani.

Il vice-direttore tecnico della Croce Rossa Antonella Petrinelli ha sottolineato il rapporto di “stretta collaborazione con Confcommercio che dura ormai da qualche anno, anche su progetti specifici che stanno dando risultati, come il progetto Lisa, così come è apprezzabile la collaborazione della rete di associazioni di volontariato del nostro territorio”.

Parole di ringraziamento sono giunte anche da Don Emanuele Morelli, direttore di Caritas – “considerando che da due anni le mascherine sono diventate bene essenziale. Ormai non ne possiamo e non ne dobbiamo più fare a meno finché la cura e la responsabilità ci chiedono di essere prudenti nei confronti delle persone più fragili che non possono permettersi l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale. Avere una dotazione di mascherine FFP2 per usufruire di determinati servizi è davvero un dono importante, mirato, del quale sentivamo il bisogno”.

Ha parlato di una briciola che ci aiuta a sfamarci Massimo Rutinelli, in rappresentanza della Palp: “Non facciamo soltanto emergenza, ma anche altri tipi di servizi, che con l’esplodere della pandemia sono inevitabilmente aumentati. Di mascherine come queste ne abbiamo un assoluto bisogno, non nascondo le difficoltà che il volontariato sta attraversando, mi auguro che di briciole ne arrivino tantissime altre”.

“Non mi aspettavo questo dono, per i nostri volontari queste mascherine sono fondamentali per aprire le porte ad altri volontari ed evidenziare il messaggio che l’autismo non si attacca e che con le giuste protezioni possiamo proteggerci dal covid” – ha concluso Sara Frediani dell’associazione Talenti Autistici.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama