L’importanza delle verifiche degli impianti elettrici per la sicurezza sul lavoro

Le verifiche periodiche degli impianti elettrici, come previsto dal DPR 462/01, sono un obbligo fondamentale per i datori di lavoro al fine di garantire la sicurezza dei lavoratori e dei luoghi di lavoro. Queste verifiche riguardano gli impianti di messa a terra, i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e gli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione. La periodicità delle verifiche può essere biennale o quinquennale, a partire dalla data di costruzione dell’impianto dopo il rilascio della Dichiarazione di Conformità (Di.Co.) secondo il DM 37/08.

Le novità introdotte dal Decreto Milleproroghe 2020 per le verifiche degli impianti

elettrici

L’art. 36 del Decreto Milleproroghe (DL 162/19) ha introdotto importanti modifiche al DPR 462/01, con l’obiettivo di digitalizzare la trasmissione dei dati delle verifiche.

In particolare, è stata predisposta dall’INAIL una banca dati informatizzata delle verifiche, attraverso la quale i datori di lavoro devono comunicare il nominativo dell’organismo incaricato di effettuale.

Il nostro supporto alle aziende per le verifiche degli impianti elettrici

Confcommercio Pisa si impegna ad assistere le aziende associate nell’adempimento degli obblighi previsti dal DPR 462/01 e dalle recenti modifiche introdotte dal Decreto

Milleproroghe.

In particolare, il nostro team di esperti fornisce consulenza per:

  • La scelta dell’organismo abilitato per le verifiche degli impianti elettrici, selezionando come proprio Partner Checks SpA, Organismo abilitato dal Ministero

dello Sviluppo Economico per le verifiche di messa a terra ai sensi del DPR 462/01; La gestione delle comunicazioni sul portale CIVA dell’INAIL tramite il consulente nostro incaricato Loris Bassano;

  • L’approfondimento delle tematiche relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro, anche tramite sopralluogo in azienda.

Oltre alla consulenza e all’assistenza diretta, Confcommercio si impegna a fornire alle aziende associate opportunità di formazione e aggiornamento sulle normative di sicurezza, incluso il DPR 462/01. Organizziamo periodicamente seminari, webinar e corsi di formazione con esperti del settore, con l’obiettivo di diffondere una cultura della sicurezza e di favorire l’adozione di buone pratiche nella gestione degli impianti elettrici.

L’importanza di affidarsi a professionisti qualificati per le verifiche degli impianti

elettrici

La sicurezza dei lavoratori e la conformità alle normative vigenti sono priorità assolute per Confcommercio. Per questo motivo, consigliamo alle aziende associate di affidarsi esclusivamente a professionisti qualificati e organismi abilitati per le verifiche degli impianti elettrici, nel pieno rispetto delle disposizioni del DPR 462/01 e delle procedure previste dal portale CIVA dell’INAIL.

L’impegno di Confcommercio per la sicurezza degli impianti elettrici si inserisce in un approccio più ampio legato alla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, che include la valutazione dei rischi, la formazione del personale, l’implementazione di procedure di sicurezza in azienda e la promozione di una cultura della prevenzione.

Il valore aggiunto di CONFCOMMERCIO Pisa per le aziende associate

Scegliere CONFCOMMERCIO Pisa come partner per la gestione dei servizi dedicati alla sicurezza nei luoghi di lavoro significa poter contare su un supporto completo e affidabile. Il nostro team di esperti è sempre a disposizione per fornire consulenza, assistenza e formazione su misura per le esigenze specifiche di ogni azienda. Grazie alla nostra rete di contatti e alla collaborazione con professionisti qualificati, siamo in grado di offrire servizi di alta qualità a condizioni vantaggiose per i nostri associati. Un approccio integrato alla sicurezza, che coinvolga tutti i livelli aziendali e promuova una cultura della prevenzione, è la chiave per costruire ambienti di lavoro più sicuri e produttivi.

Per maggiori approfondimenti sul tema, si rimanda al sito: DPR462.it

Per maggiori informazioni:

Alfonso Orlacchio