Covid-19, un contributo straordinario per l’affitto alle attività commerciali di Pisa

Covid-19, un contributo straordinario per l’affitto alle attività commerciali di Pisa

Imprenditori, commercianti e giovani professionisti potranno accedere al fondo di sostegno stanziato dal Comune

“Arriva una misura attesa e molto importante per le imprese pisane: un contributo di sostegno per l’affitto destinato a commercianti, imprenditori e liberi professionisti che sono stati costretti a chiudere nei mesi di lockdown”. Il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli commenta positivamente il fondo stanziato dal Comune di Pisa come contributo straordinario per il canone di locazione delle attività commerciali.

“L’emergenza Covid-19 ha costretto la città a una situazione senza precedenti: saracinesche abbassate, fatturati azzerati e crollo delle presenze turistiche. Un’apocalisse che richiede misure e impegni straordinari, a partire dall’abbattimento delle spese fisse come il pagamento del canone d’affitto. D’altra parte se un’impresa non ha incassato neanche un euro non si capisce come faccia a pagare tasse, bollette e tutti gli adempimenti”.

“Se non capiamo questo – ribadisce Pieragnoli – l’unica alternativa è vedere quelle saracinesche abbassate per sempre, e proprio per evitare questo scenario abbiamo richiesto la cancellazione di tutte le tasse locali per il 2020”.

Anche la situazione affitti preoccupa gli imprenditori. “Purtroppo non esistono norme specifiche che prevedono la riduzione o sospensione dei canoni in un periodo di emergenza straordinaria, e per avere un aiuto gli imprenditori hanno dovuto rimboccarsi le maniche e accordarsi privatamente con i proprietari. Il contributo per il canone d’affitto rappresenta almeno un incentivo per le imprese e una compensazione per il periodo di lockdown. Gli uffici di Confcommercio sono a disposizione per informazioni e per assistenza nella presentazione della domanda necessaria per richiedere il contributo”.

Il contributo prevede un fondo di 650.000 Euro destinato ad attività commerciali, di somministrazione o artigianali e uno di 30.000 Euro per i liberi professionisti under 35 titolari di studi e uffici nel Comune di Pisa.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: