Esulta il Sib Confcommmercio Pisa: “Una nostra vittoria per tutti i balneari!”

In cuor nostro ce lo auguravamo, sapevamo di avere ragione” – il commento a caldo di Fabrizio Fontani, presidente del Sib ConfcommercioPisa. La Corte di Cassazione ha annullato, per eccesso di giurisdizione, la sentenza del Consiglio di Stato che aveva bocciato la proroga al 2033 delle concessioni balneari. La decisione della suprema corte è avvenuta per meri motivi procedurali, senza entrare nel merito della legittimità delle proroghe: in sostanza, la Cassazione ha accolto il ricorso dell’associazione Sib-Confcommercio.

Ci sembrava assolutamente inconcepibile che la sentenza di un tribunale potesse sostituirsi alle sacrosante prerogative del parlamento e del governo. C’erano tutti gli estremi per opporsi a questa sentenza, i fatti ci hanno dato ragione” – aggiunge il presidente dei balneari pisani.

Adesso, pensando anche alla procedura di infrazione delle Commissione Europea, a maggior ragione c’è da far valere le ragione dei turismo balneare italiano, a partire dalla certezza della mappatura delle spiagge italiane e della scarsità del bene, che in tutta evidenza ci permettono di non rientrare nell’applicazione della direttiva Bolkestein. Ancor di più, ci aspettiamo dal governo la presa in carico di una soluzione definitiva di questa vicenda” – conclude Fontani.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Arianna Gherardeschi