A partire dal 1° gennaio 2023 entra in vigore l’obbligo di etichettatura ambientale per tutti gli imballaggi immessi al consumo in Italia, secondo quanto introdotto dal D.Lgs. 3 settembre 2020, n. 116, che recepisce la direttiva UE 2018/851 sui rifiuti, e la direttiva UE 2018/852 relativa agli imballaggi e ai rifiuti di imballaggio.

Come chiarito dal Ministero della Transizione Ecologica con nota del 17 maggio scorso, riguarderà tutti gli imballaggi immessi al consumo sul territorio nazionale compresi quelli utilizzati, ad esempio, nelle attività di delivery e take away, le doggy bag, etc. e coinvolgerà non solo i produttori degli imballaggi, ma anche gli utilizzatori, inclusi i Pubblici Esercizi.

In base all’art. 219, comma 5, del D.Lgs. n. 152/2006, tutti gli imballaggi devono quindi essere etichettati:

  • Secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili e in conformità alle determinazioni adottate dalla Commissione dell’Unione Europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi;
  • Indicando, ai fini dell’identificazione e classificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati;

Nel caso in cui non sia possibile l’apposizione fisica delle informazioni sull’imballaggio, l’obbligo può essere assolto mediante schede informative cartacee rese disponibili ai consumatori finali nel punto vendita, o con modalità digitali sul proprio sito internet.

In caso di violazioni, sono previste sanzioni amministrative pecuniarie da 5.000 a 25.000 Euro.

Esaurimento scorte

Le nuove disposizioni inoltre stabiliscono che i prodotti (imballaggi vuoti e prodotti imballati) privi dei requisiti prescritti e già immessi in commercio o etichettati alla data del 1° gennaio 2023 possono essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte.

Le linee guida del Conai

Le linee guida sono state elaborate su proposta del Consorzio nazionale Imballaggi (Conai) e recentemente recepite con Decreto Ministeriale n. 360 del 28/11/22, al fine di supportare le imprese mettendo loro a disposizione indicazioni operative e gestionali per rispondere all’obbligo di legge, ed in particolare:

  • Gli elementi per un corretto approccio all’etichettatura;
  • I contenuti illustrati attraverso l’analisi di casistiche;
  • La costruzione dell’etichettatura;
  • L’entrata in vigore dell’obbligo e l’esaurimento delle scorte.

Le linee guida potranno essere aggiornate o modificate periodicamente, alla luce di nuove disposizioni di legge nazionali e/o comunitarie, nonché di nuove specifiche indicazioni, semplificazioni tecniche e modalità applicative dell’etichettatura.

Per maggiori informazioni, l’Area Igiene & Sicurezza è a disposizione:

Per maggiori informazioni, contattare l’Area Igiene & Sicurezza:

scrivi
chiama
scrivi

Tel. 050 25196

chiama
scrivi
chiama
scrivi

Tel. 050 25196

chiama
scrivi
chiama
scrivi

Tel. 050 25196

chiama
scrivi
chiama
scrivi

Tel. 050 25196

chiama