Si informa che da dicembre 2016, nelle etichette dei prodotti preimballati è obbligatorio inserire, oltre alle informazioni già previste dalla normativa,anche la tabella nutrizionale, così come sancito dal Regolamento UE n. 1169/11 (Sezione 3, art. 29).

La tabella nutrizionale deve riportare obbligatoriamente le indicazioni del valore energetico e la quantità di grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale contenuti nell’alimento preimballato. I Ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute, sulla scia di quanto stabilito dalle Linee Guida applicative dei Reg. UE n. 852/2004 sull’igiene dei prodotti alimentari e n. 853/2004 sull’igiene per gli alimenti di origine animale, chiariscono che l’obbligo della dichiarazione nutrizionale non debba essere applicato a:

  • Alimenti artigianali

  • Fornitura diretta: alimenti ceduti senza l’intervento di intermediari, da parte del fabbricante di piccole quantità di prodotti, direttamente al consumatore o alle strutture locali di “vendita al dettaglio”* che forniscono direttamente al consumatore finale, che ricomprendono tutte le forme di somministrazione di alimenti

  • Fabbricanti di piccole quantità di prodotti: i produttori e fornitori che rispettino i requisiti i requisiti delle microimprese così come definiti a livello europeo (meno di 10 dipendenti e un fatturato o bilancio annuo inferiore ai 2 milioni di euro)

  • Alimenti oggetto di vendita diretta ai consumatori a “livello locale”* da parte degli spacci aziendali

Per “livello locale” si intende “il territorio della Provincia in cui insiste l’azienda e nel territorio delle Province contermini, ciò al fine di non penalizzare le aziende che si dovessero trovare al confine di una unità territoriale e che sarebbero quindi naturalmente portate a vendere i propri prodotti anche nel territorio amministrativo confinante”, mentre per “vendita al dettaglio” si intende “qualunque struttura (compreso un veicolo o un banco di vendita fisso o mobile), come ristoranti, mense, scuole, ospedali e imprese di ristorazione in cui, nel quadro di un’attività imprenditoriale, sono preparati alimenti destinati al consumo immediato da parte del consumatore finale”.

Sono pertanto tenuti ad inserire la tabella nutrizionale nei prodotti preimballati le attività che vendono ad imprese che esercitano la vendita all’ingrosso o che svolgono attività di intermediazione commerciale.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile contattare l’Ufficio di Igiene di Confcommercio Provincia di Pisa, i nostri tecnici saranno a vostra disposizione.

Centralino: 050 25196

Dr.ssa Azzurra Lami: 050 7846604 – a.lami@confcommerciopisa.it

Dr. Gianni Salvadori: 050 7846605 – haccp@confcommerciopisa.it

Condividi la notizia:
error