Uno storico traguardo per il locale della famiglia Pertici, alla quarta generazione

È una storia di famiglia lunga 60 anni quella del ristorante Il Pettirosso di Palaia. Un traguardo che Confcommercio Provincia di Pisa festeggia insieme alla titolare Francesca Pertici e ai suoi familiari per celebrare la passione e la professionalità dimostrati in 60 anni di attività svolti con straordinario impegno e dedizione.

Tutto è cominciato il 18 ottobre del 1962 da un’idea di nonna Luciana, che insieme al marito Silvano si trasferì a Palaia e aprì il ristorante il Pettirosso al numero 15 di via San Martino” racconta la titolare Francesca Pertici. “Per l’inaugurazione decise di piantare un leccio che ancora oggi ci fa compagnia davanti al locale e siamo felicissimi di aver raggiunto i 60 anni di attività arrivando alla quarta generazione”. Dopo Luciana è il figlio Paolo Pertici a guidare il Pettirosso e dal 2018 la titolare è la nipote Francesca, che lavora al ristorante dal 2000. “E ora c’è anche mio figlio Michele a darci una mano, oltre a mia mamma Paola e a mio marito Francesco. Voglio ringraziare tutta la mia famiglia per il supporto fondamentale e tutti i clienti vecchi e nuovi che in occasione dell’anniversario, oltre agli auguri, hanno condiviso con noi i momenti più belli passati al ristorante, come le comunioni e i matrimoni. In tavola non facciamo mai mancare i piatti della tradizione toscana, dalla costata alla ribollita, dalla pappa al pomodoro alla panzanella, dall’arista al finocchio alla tagliata di manzo, dalle pappardelle al cinghiale al peposo ai fegatelli, oltre alle fragranti pizze preparate nel forno a legna, cercando di proporre sempre un menu di qualità e con prodotti di stagione”.

È davvero un’emozione unica festeggiare questo bellissimo traguardo che testimonia la passione e l’impegno di un’attività a gestione familiare diventata negli anni un punto di riferimento per Palaia e per l’intero territorio” i complimenti del direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. “Festeggiare i 60 anni in un contesto come quello attuale rappresenta davvero un’impresa eccezionale, ma dietro a questo traguardo ci sono l’unità e la capacità di una famiglia che ha fatto della professionalità e dell’accoglienza il suo segno distintivo”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama