La richiesta all’amministrazione comunale per un contributo all’illuminazione natalizia del centro storico in una lettera di richiesta di Confcommercio Pisa indirizzata al sindaco Filippechi e agli assessori al patrimonio e al commercio Andrea Serfogli e Andrea Ferrante.

“Il periodo delle festività natalizie rappresenta uno dei momenti più significativi per lo shopping in città” – spiega il direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli – “e una adeguata luminaria nataliza lungo le vie principali del centro storico è un elemento di accoglienza fondamentale. Lo spirito e l’efficacia di queste illuminazioni è proprio quello di dare lustro alla città e al tessuto commerciale, creando un’atmosfera calda e accogliente, aumentandone la gradevolezza e rilanciandone con graziosi elementi decorativi luminosi l’immagine all’esterno”.

“Sono molti anni che i commercianti si autofinanziano per l’illuminazione” – prosegue il direttore – “ma stretti tra la perdurante crisi economica e difficoltà di vario tipo, è giunto il momento che anche l’amministrazione comunale faccia la sua parte stanizando un determinante contributo economico. Non stiamo chiedendo la luna, come dimostra il fatto che ci sono città della provincia che finanziano regolarmente questo tipo di attività, chi per 22 mila euro, chi per 13 mila euro, chi per 8 mila euro, per non parlare poi della vicina Lucca”.

“Sarebbe la prima volta, ma il rischio che Pisa possa restare senza luci di Natale è concreto” – conclude Pieragnoli – “ci auguriamo davvero che l’amministrazione comunale accolga la nostra richiesta per illuminare a festa la città”.

Condividi la notizia: