Con Circolare 30 aprile 2013, n. 1, il Dipartimento delle Finanze ha fornito importanti chiarimenti, a seguito delle novità introdotte dal Decreto n. 35/2013, in merito ai principali tributi locali: IMU e TARES.

Per quanto riguarda la TARES, viene chiarito fra l’altro che:

  • i Comuni hanno la facoltà di intervenire sul numero di rate e sulle scadenze delle rate dell’imposta in esame limitatamente al 2013;
  • il versamento della maggiorazione standard dello 0,30% deve avvenire in un’unica soluzione, con mod. F24 e con l’ultima rata del tributo, fissata ad ottobre;
  • sono soggette alla TARES solo le superfici scoperte operative; non sono, invece, tassabili le aree scoperte pertinenziali o accessorie di locali adibiti a civili abitazioni o anche diversi e le aree comuni condominiali nei limiti previsti dalla norma e quelle adibite a verde.

Sul fronte IMU, vengono forniti i seguenti chiarimenti:

  • i termini per la presentazione della dichiarazione IMU sono fissati al 30 giugno dell’anno successivo alle variazioni intervenute nell’anno di riferimento; pertanto è possibile presentare la dichiarazione relativa al 2012 entro il 30 giugno 2013;
  • entro il 30 giugno 2013, è consentito regolarizzare, mediante l’istituto del ravvedimento operoso, le violazioni commesse nel corso del 2012.

Per maggiori informazioni e appuntamento contattate i nostri uffici Fiscale e Contabile al numero 050 25196 per la sede di Pisa, e allo 0587 52129 per quella di Pontedera.

Condividi la notizia: