l’INAIL ha pubblicato sul proprio sito  il bando ISI 2013, contenente gli Avvisi Pubblici Regionali, i moduli di domanda ed i relativi allegati per erogare finanziamenti alle imprese, per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Così come per gli Avvisi precedenti, l’importo complessivo, pari in questo caso a 307 milioni di euro è ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e del rapporto di gravità degli infortuni. Nel rimandare alla lettura degli Avvisi ne evidenziamo i principali contenuti.

1. OBIETTIVO

Incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Possono essere presentate le seguenti tipologie di progetti:

  • 1. di investimento;
  • 2. per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale; per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio prima del 21 settembre 1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti di cui al Titolo III del decreto legislativo 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni e di ogni altra disposizione di legge applicabile in materia.
  • 3. Le imprese possono presentare una solo progetto riguardante una sola unità produttiva per un unico Avviso regionale/provinciale ed una sola delle tre tipologie sopraindicate.

Per i progetti sopraindicati al punto 2) l’intervento può riguardare tutti i lavoratori riconducibili ad un unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni. La domanda potrà essere presentata all’INAIL nel cui territorio opera la maggior parte dei lavoratori interessati o dove sussiste la sede legale.

2. AMMONTARE DEL CONTRIBUTO 

L’incentivo è costituito da un contributo in conto capitale nella misura del 65% dei costi del progetto. Il contributo massimo è pari a 130.000 euro, il contributo minimo erogabile è pari a 5000 euro. Per le imprese sino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa. Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a € 30.000 è possibile richiedere un’anticipazione del 50% del stanziamento, previa costituzione di garanzia fideiussoria.

3. DESTINATARI

Destinatari sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Sono escluse le imprese ammesse al stanziamento relativamente ai precedenti Avvisi INAIL 2010-2011-2012.

 

A partire dal 21 gennaio e fino all’8 aprile 2014, sul sito www.inail.it – Servizi on line, le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di contributo con le modalità indicate negli Avvisi regionali. In caso di ammissione all’incentivo, l’impresa ha un termine massimo di 12 mesi per realizzare e rendicontare il progetto. Entro 90 giorni dal ricevimento della rendicontazione, in caso di esito positivo delle verifiche, viene predisposto quanto necessario all’erogazione del contributo.

Condividi la notizia: