Confcommercio: “Mettere immediatamente in sicurezza attività e abitazioni”

Non è il momento di chiacchierare ma di agire: se non si interviene immediatamente possiamo dimenticarci di Marina di Pisa”. Sono perentorie le parole del direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli dopo l’ultima mareggiata che ha nuovamente devastato il Litorale: “Ad appena un mese dall’ultimo disastro il mare è arrivato ancora una volta sopra la porta di negozi e abitazioni e la situazione è ulteriormente peggiorata, visto che l’acqua sta danneggiando seriamente la strada, con l’asfalto che rischia di cedere in più punti. E’ chiaro che non possiamo parlare di evento straordinario o di una calamità, purtroppo quello di Marina di Pisa è un problema ordinario, che potrebbe ripresentarsi tra pochi giorni con una nuova mareggiata”.

Non servono passeggiate e sopralluoghi, la situazione è fuori controllo, attività e stabilimenti sono in ginocchio: ora a parlare devono essere i fatti” l’appello di Pieragnoli. “Sia Regione che Comune sanno benissimo cosa c’è da fare, non ci interessanto rimpalli di competenze e responsabilità. Dall’ultima mareggiata del 2 novembre nulla è cambiato e gli imprenditori danneggiati non hanno ottenuto niente”.

La strada per salvare il paese è una sola: intervenire subito, fare tutto ciò che è doverso e necessario, a partire dalla messa in sicurezza dell’abitato. Oggi Marina di Pisa è senza difese, occorre rispristinare subito e in modo idoneo ed efficace la scogliera, senza perdere altro tempo, altrimenti siamo punto e a capo. Questa è l’unica strada. Se invece si continua a parlare, a studiare soluzioni e verificare se ci sono risorse ho l’impressione che da qui alla prossima primavera rischiamo seriamente di dimenticarci di Marina di Pisa” le parole piene di preoccupazione del direttore di Confcommercio Pisa.