Linee Guida asporto Pubblici Esercizi

Con l’ Ordinanza n. 41 del 22 aprile 2020 la Regione Toscana ha dato il via libera alla vendita di cibo per asporto. L’ordinanza ha previsto tale possibilità soltanto relativamente agli esercizi di somministrazione di alimenti, escludendo gli esercizi che somministrano bevande o, nel caso somministrino entrambi, limitando la possibilità di vendita per asporto soltanto agli alimenti. Oltre agli esercizi di somministrazione possono effettuare la vendita per asporto le attività artigiane alimentari quali, a titolo di esempio: rosticcerie, piadinerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio e simili. La vendita per asporto può essere effettuata anche dagli alberghi con ristorante se abilitati alla somministrazione. Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio.

Oltre al servizio a domicilio, queste attività potranno quindi consentire ai clienti il ritiro dei prodotti ordinati presso i locali dell’impresa, nel rispetto delle seguenti modalità:

  • I clienti dovranno ordinare i prodotti on line o per via telefonica
  • Gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati devono avvenire per appuntamenti dilazionati nel tempo
  • Nel locale deve essere consentito l’ingresso di un solo cliente alla volta, assicurando che resti il tempo strettamente necessario per la consegna e il pagamento della merce
  • Resta sospesa ogni forma di consumo all’interno dei locali.

Inoltre, deve essere garantito il rispetto delle misure di prevenzione prescritte con l’Ordinanza regionale del 18 aprile 2020. Al seguente link, nella sezione dedicata sul sito di Confcommercio Provincia di Pisa potete trovare le linee guida riassuntive delle misure di prevenzione: www.confcommerciopisa.com/emergenza-coronavirus-documenti-per-isoci/

Per il 25 aprile e il 1 maggio è consentita sia l’attività di asporto che quella di consegna a domicilio.

Per maggiori informazioni, contattare Marina Pansera al 339 6546327, o Lorenzo Lazzerini al 320 0861545;

Mail: segreteria@confcommerciopisa.it

Condividi la notizia: