Soddisfatti gli operatori: “Intervento atteso da anni”

Sono conclusi i lavori di riprofilatura degli arenili sul Litorale pisano, nel tratto di costa compreso tra il Bagno Lido e il Bagno Paradiso di Tirrenia. “Un intervento che attendevamo da anni, fondamentale per contrastare il fenomeno dell’erosione e mettere in sicurezza un tratto di costa fortemente danneggiato dalle mareggiate.” afferma Marco Marianelli del Bagno Paradiso, uno degli stabilimenti interessati dall’intervento. “In passato abbiamo dovuto addirittura finanziare un intervento privato da 120mila euro per realizzare una scogliera a protezione della spiaggia. Questi lavori ci permettono di guardare con più ottimismo all’imminente stagione estiva, e ringraziamo Confcommercio Provincia di Pisa, la Regione Toscana e il Comune di Pisa, in particolare il sindaco Michele Conti, per aver realizzato l’intervento in tempi che ci consentono di poter programmare la stagione”.

“La riprofilatura stagionale è stata fatta nella cella soffolta Milano, di conseguenza in caso di mareggiata il materiale andrà via dalla spiaggia emersa e sarà ridistribuito nella zona sommersa della spiaggia delimitata dalla barriera” spiega Fabrizio Fontani, dirigente del Sindacato Italiano Balneari Confcommercio. “La riprofilatura permette almeno di tamponare una situazione davvero pericolosa per questo tratto costiero, e per scongiurare definitivamente il rischio erosione servono interventi strutturali sulle dighe, che devono essere ricostruite in alcuni punti”.

Parla di “una soluzione che può arginare i grandissimi problemi comportati dall’erosione” Serena Giannessi, del Bagno Lido di Tirrenia. “Addirittura nel 1999 il mare aveva mangiato tutta la spiaggia in questo tratto, e dopo il progetto delle dighe l’intervento di riprofilatura era davvero molto atteso”.

“Negli ultimi anni la situazione è stata davvero difficile, siamo felici per la rapida conclusione di questi lavori che auspichiamo possano garantire sicurezza e stabilità a un tratto costiero fortemente colpito dalle mareggiate” dice Cecilia Palumbo, del Bagno La Pace.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: