Litorale Pisano: per il 2020 è fondamentale intervenire sulla mobilità

“Nel 2019 abbiamo visto senz’altro un’attenzione diversa nei confronti del Litorale Pisano da parte dell’amministrazione comunale, ma per l’anno nuovo il primo obiettivo deve essere un intervento concreto sulla mobilità”.

La richiesta di Fabrizio Fontani, presidente di ConfLitorale Confcommercio Pisa, non è soltanto un buon proposito per il 2020, ma un passaggio chiave per ridurre i disagi sul Litorale dovuti al traffico che puntualmente congestiona la viabilità dell’intera costa pisana, da Marina di Pisa a Tirrenia fino a Calambrone. Non è soltanto un problema che si presenta nei mesi d’estate, ma durante tutto l’anno, raggiungendo l’apice nei giorni festivi.

“Dall’acquisizione di piazza Viviani a Marina di Pisa ai nuovi arredi urbani , fino al progetto di riqualificazione di piazza Belvedere a Tirrenia, vediamo che rispetto agli ultimi anni il vento è cambiato e abbiamo profonda fiducia nell’attuale amministrazione, ma per quanto riguarda il problema traffico serve una chiara inversione di tendenza” prosegue Fontani. “Anche nel giorno di Capodanno abbiamo assistito a forti disagi sul Litorale: un blocco unico di automobili in entrata e in uscita da Marina di Pisa e Tirrenia, con il risultato di avere un traffico congestionato, dove per andare e tornare da Pisa alcuni hanno impiegato quasi due ore. Una viabilità paralizzata ad ogni occasione è un duro colpo per le attività commerciali e allo stesso tempo un freno per lo sviluppo turistico di quest’area. Se l’amministrazione comunale non affronta seriamente il tema mobilità sul Litorale non è possibile alcuna prospettiva di crescita”.

Il problema si trascina ormai da anni, è già nell’ultima estate il presidente di ConfLitorale Confcommercio Pisa aveva evidenziato tutti i disagi del traffico. “Era il 1 agosto quando l’assessore alla Mobilità del Comune di Pisa, Massimo Dringoli, rispose ironicamente che per evitare il traffico sul Litorale si poteva andare a fare una passeggiata sui Monti Pisani. Ma in questo periodo dell’anno, con giornate piuttosto fredde e poche ore di luce a disposizione, i Monti Pisani non sono così attrattivi, e il 1 gennaio centinaia di persone si sono riversate sul Litorale, mettendo a nudo tutti i problemi della mobilità” conclude Fontani.

Hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi farci una segnalazione? Contattaci!

Donatella Fontanelli

scrivi
chiama
Condividi la notizia:
error