Ad ora, sono una sessantina circa le aziende del litorale pisano che hanno fatto domanda presso gli uffici  di Confcommercio Provincia di Pisa per un ammontare complessivo di richiesta dei danni causa mareggiata  che sfiora il tetto dei 3 milioni di euro. La scadenza per presentare domanda è il prossimo venerdì 19 gennaio, se qualcuno è rimasto fuori è bene che  si affretti” – annuncia il direttore Federico Pieragnoli: “Ci teniamo particolarmente affinché nessuno resti indietro, vista la gravità dei danni provocati che compromettono l’andamento di imprese e attività commerciali del litorale. I  nostri uffici di via Chiassatello sono a disposizione,  ricordo che i danni subiti debbono essere documentati con adeguato materiale fotografico”.


“Adesso mi auguro che la liquidazione degli importi sia la più veloce possibile,  perché Marina di Pisa è stata una delle località tra le più colpite e danneggiate dell’intera regione” – aggiunge il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa che non nasconde la domanda su alcune questioni ancora irrisolte: “E’ un po come aver vissuto un’altra stagione di covid, per questo nessuna istituzione deve sottrarsi a questo compito, sia sul fronte delle necessarie opere di sicurezza sia sulla individuazione di tutte le possibili agevolazioni. Per questo, abbiamo chiesto ufficialmente quali sono gli interventi previsti, lo stato dei lavori, l’iter delle risorse stanziate. Se non mettiamo in condizione le imprese di ripartire adeguatamente e con tutte le carte in regola, anche la prossima stagione estiva rischia di essere compromessa”.

“Ricordo infine che aziende e attività danneggiate potranno richiedere tramite il nostro CentroFidi ConfcommercioPisa la sospensione o la moratoria sui finanziamenti garantiti, con procedura agevolata e azzeramento di qualsiasi commissione o spese di istruttoria, oltre a finanziamenti garantiti su operazioni relative all’emergenza maltempo, come l’acquisto di nuovo materiale o interventi sugli immobili” – conclude Pieragnoli.