La richiesta di Confcommercio e Ccn: “Posticipo di un’ora per agevolare attività e pubblici esercizi”

Con l’Ordinanza del Comune di Pisa arriva il via libera per la chiusura al traffico del lungomare di Marina di Pisa nel periodo estivo. “Una notizia che aspettavamo e che consente agli imprenditori di programmare la propria attività sul lungomare nel periodo estivo, visto che la chiusura entrerà in vigore dal 14 giugno fino al 16 settembre” afferma il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. “Sarebbe tuttavia molto importante prorogare l’orario di chiusura fino alle 2 della notte anziché alle 1, in modo da consentire alle attività e in particolar modo a pubblici esercizi e attività di ristorazione di lavorare nelle migliori condizioni possibili”.

Il lungomare di Marina di Pisa è particolarmente frequentato nelle ore serali e il flusso di clienti che si intrattengono nei numerosi bar, locali, ristoranti, pizzerie e gelaterie è praticamente ininterrotto fino all’orario di chiusura. Per questo riteniamo che la proroga di un’ora sia una misura di assoluto buon senso in favore di tutti gli imprenditori che lavorano e investono per garantire un servizio di qualità e un’accoglienza ai massimi livelli alle tantissime persone che in estate affollano il lungomare”.

Va bene chiudere la strada a partire dalle 18.30, ma la riapertura del traffico già a partire dalle 1 danneggerebbe le attività del lungomare, soprattutto quelle che allestiscono tavoli all’aperto” ribadisce la presidente del Centro Commerciale Naturale di Marina di Pisa Simona Rindi. “Sono moltissime le persone che aspettano solo di poter fare acquisti e mangiare in un contesto sicuro e decoroso e che scelgono Marina di Pisa per godere autentici momenti di benessere a due passi dal mare. Non perdiamo l’opportunità di offrire una piena fruibilità del lungomare ai tanti clienti di negozi e pubblici esercizi che dal canto loro chiedono soltanto di poter avere un orario con tempi congrui per l’organizzazione e la gestione della propria attività”.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Arianna Gherardeschi