“Il mercato di Navacchio muore e nonostante un progetto definitivo di miglioramento che ha trovato il consenso quasi unanime, tutto è ancora desolantemente fermo”.

E’ il presidente della Fiva Confcommercio Pisa Franco Palermo a tentare di scuotere una situazione di stallo che ha raggiunto livelli ormai insostenibili: “Non c’è più altro tempo da perdere, eppure ci siamo messi a disposizione del nuovo assessore al commercio Patrizia Favale sin dal suo insediamento, proprio nell’ottica di collaborare lealmente e migliorare, razionalizzandolo, questo mercato in profonda crisi. Ci siamo confrontati a lungo con gli operatori e insieme all’amministrazione comunale abbiamo individuato una soluzione di miglioramento che aveva il benestare dello stesso sindaco Ceccardi, oltre il via libera degli uffici tecnici”.

Tutto a posto? “Neanche per idea!” – si domanda il rappresentante degli operatori: “perchè questo lungo lavoro di concertazione non basta ancora all’assessore Favale, imprigionata e paralizzata evidentemente ai veti di una piccola minoranza critica e rumorosa. Quella stessa minoranza, ricordiamolo, che faceva il bello e il cattivo tempo negli anni del sindaco Antonelli e anche in precedenza, e che evidentemente, prove alla mano, con il suo inesorabile e nocivo temporeggiare, anche il nuovo assessore Favale dimostra bellamente di assecondare a scapito del mercato di Navacchio, di chi ci lavora e di ancora lo frequenta”.

D’altronde, se è vero che per amministrare ci vuole almeno un pizzico di coraggio e di responsabilità, oltre che rispetto per le proprie convinzioni” – conclude Palermo – “alla fine ha ragione il Manzoni quando scrive a proposito di Don Abbondio che se uno il coraggio non ce l’ha, mica se lo può dare. Ora, non è nostro compito e non pretendiamo certo infondere questo coraggio all’assessore Favale, ma migliorare il mercato di Navacchio, per il bene degli operatori, quello sicuramente si”.

Condividi la notizia: