Negozi al dettaglio: Le vendite a domicilio sono consentite

Alla luce di un quesito specifico che abbiamo posto alla Prefettura di Pisa, i negozi e gli altri esercizi di commercio al dettaglio che vendono prodotti diversi da quelli alimentari o di prima necessità, chiusi a seguito del Dpcm della scorso 11 marzo:

hanno piena e legittima facoltà di vendere online e consegnare i prodotti direttamente a domicilio.

Nella sua nota, la Prefettura precisa che le vendite a domicilio si dovranno svolgere nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale. Inoltre, chi organizza le attività di consegna a domicilio, lo stesso esercente o una c.d. piattaforma, deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro.

Le aziende che fanno commercio online possono recarsi presso il proprio esercizio per predisporre la spedizione ma le attività amministrative come ad esempio gestione degli ordini, assistenza alla clientela, ove possibile, debbono essere organizzate in modalità a distanza o lavoro agile.

Si ricorda inoltre che che la tabella A allegata al D.Lgs. 222/2016 specifica che in caso di vendite online e affini, quando sono attività accessorie ad altra tipologia di vendita, non occorre alcun titolo di legittimazione aggiuntivo e cioè è possibile svolgere consegne a domicilio senza ulteriori autorizzazioni.

Per maggiori informazioni contattare Confcommercio Provincia di Pisa, Telefono 050/25196 Cell: 3470829876 – 345 9775392

segreteria@confcommerciopisa.it

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: