Pagamenti elettronici: credito d’imposta sulle commissioni

Pagamenti elettronici: credito d’imposta sulle commissioni

Il Decreto Fiscale 2020 ha introdotto un credito d’imposta a favore di imprese, artigiani e professionisti, pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, debito o prepagate, e altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili, che ricordiamo essere obbligatori per tutti i tipi di attività.

Il credito di imposta spetta per le commissioni dovute in relazione a cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti del consumatore finale a partire dal 1° luglio 2020, a condizione che i ricavi e compensi relativi all’anno d’imposta precedente non superino i 400.000 Euro.

Si precisa che l’agevolazione si applica nel rispetto delle condizioni dei limiti della regolamentazione europea in materia di aiuti de minimis.

Per maggiori informazioni, l’Area Fiscale è a vostra disposizione:

scrivi
chiama

Fabio Galletti

scrivi
chiama

Andrea Barsuglia

scrivi
chiama

Lorella Lazzeroni

Condividi la notizia: