Confcommercio: “Iniziare subito i lavori”

Che fine ha fatto il piano di recupero per il Palazzo della Provincia?” Se lo chiede il presidente di Confcommercio Pisa Stefano Maestri Accesi dopo l’annunciato intervento da parte della Provincia di Pisa sull’edificio di piazza Vittorio Emanuele. “E’ passato più di un anno da quell’annuncio del presidente Massimiliano Angori, che faceva presagire lavori di restauro in imminente partenza. Era l’inizio dell’agosto 2021 e dopo 15 mesi vediamo che purtroppo niente è cambiato, nonostante gli appelli e i solleciti”.

Quello che dovrebbe essere un fiore all’occhiello, un biglietto da visita per tutti coloro che entrano in città da piazza Vittorio Emanuele e Corso Italia resta un desolante ricettacolo di degrado e illegalità. Un’immagine che stona decisamente con una piazza bella e riqualificata, costretta a vedere uno dei suoi edifici storici ancora prigioniero delle impalcature, tristemente abbandonato all’incuria e alla sporcizia, in un contesto tra l’altro in fase di riqualificazione come quello del quartiere della stazione, dove sono stati avviati i lavori di restyling”.

Sappiamo che nessuno ha la bacchetta magica, ma se i soldi ci sono e sono stati stanziati addirittura 2,5 milioni di euro, come detto dalla Provincia, non comprendiamo davvero quali lungaggini burocratiche ostacolino l’avvio dei lavori” ribadisce Maestri Accesi. “Serve un cambio di rotta e vogliamo risposte e tempi certi. Sono davvero inaccettabili il silenzio e l’immobilismo intorno al Palazzo, che oltre a offrire uno spettacolo indecoroso a imprenditori, cittadini e turisti è un vero e proprio problema per la sicurezza in una zona già complessa che dovrebbe invece rappresentare la principale porta di ingresso a Pisa”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama