Pasti a domicilio: via libera ai ristoranti per le consegne nella Ztl

deroga dalle 10 alle 22 fino al 30 giugno

I ristoranti del centro storico potranno fare consegne a domicilio all’interno della Ztl. A dare l’annuncio dell’accordo tra ConfcommercioPisa e comune di Pisa è Daniela Petraglia, presidente di ConfRistoranti Confcommercio: “Fino ad oggi questa possibilità ci era preclusa dopo le ore 16 – spiega la ristoratrice – “penalizzando e limitando non poco la nostra attività, che trova nelle ore serali il suo massimo sviluppo. L’unica alternativa possibile era quella di appoggiarsi a piattaforme professionali di delivery e corrieri autorizzati. Adesso, grazie alla richiesta di Confcommercio e alla disponibilità del Comune di Pisa, i mezzi di consegna a domicilio dei ristoranti del centro storico, potranno muoversi liberamente all’interno della Ztl, per tutta la fascia oraria che va dalle 10 alle 22, consentendoci quindi di offrire un servizio adeguato ad una platea decisamente più vasta di clienti. Inoltre, la deroga durerà fino al 30 giugno compreso, quindi si spera ben oltre l’emergenza Covid-19”.

“Per attenzione, iniziative, e sostegno concreto alle imprese Pisa è un modello virtuoso da esportare in tutta Italia” – aggiunge la presidente di ConfRistoranti: “Sento molti discorsi, ma iniziative concreto di sostegno ne vedo molto poche. Ecco, Pisa fa eccezione e di questo ringraziamo il sindaco Michele Conti e l’assessore Paolo Pesciatini che stanno dimostrando una straordinaria sensibilità rispetto alle esigenze delle imprese locali rispetto a questa emergenza. Siamo stati la prima città in Italia a autorizzare l’asporto per i pubblici esercizi; e poi, l’abolizione per tutto il 2020 del suolo pubblico; gli interventi ad abbattimento della Tari; e l’abolizione della tassa di soggiorno; e molte altre cose ancora, che non ci fanno sentire soli e fanno di Pisa un esempio da seguire non solo in Toscana” – conclude Petraglia.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: