Patto sulla sicurezza – E’ nostro dovere difendere Pisa dall’illegalità

Pieragnoli: “Rivendichiamo la nostra presenza al tavolo di coordinamento”

“Come associazione di categoria abbiamo il dovere di incontrare una amministrazione comunale che ci convoca sul tema della sicurezza. E se questo piace o non piace al consigliere Auletta ce ne faremo tutti una ragione”.

Risponde così il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli ad un post su facebook dello stesso Auletta, in cui l’esponente di Diritti in Comune si stupisce che le associazioni di categoria, tra cui Confcommercio, e del terzo settore, si siano sedute al tavolo del Patto per la difesa di Pisa.

Non solo abbiamo doverosamente partecipato a quel tavolo, ma ne rivendichiamo la presenza, vista l’importanza e la delicatezza degli argomenti in discussione. Noi, contrariamente al consigliere Auletta che, pur ricoprendo cariche pubbliche da almeno due lustri, non ha fatto assolutamente niente di niente sul tema della sicurezza, non abbiamo mai smesso un solo secondo di tenere accesi i riflettori su questo tema che incide in maniera pesante sul lavoro di tanti imprenditori e commercianti, ma anche turisti e cittadini. Siamo stati invitati e abbiamo partecipato con piacere ad un tavolo operativo, alla presenza del sindaco di Pisa e di alcuni assessori componenti la Giunta, animati dall’unico obiettivo di collaborare al massimo al bene della città. E se questa la si vuol chiamare politica, noi siamo d’accordo”.

Forse Auletta preferiva gli anni in cui le associazioni di categoria erano semplicemente ignorate su tutti i temi più importanti” – aggiunge Pieragnoli: “Imprenditori e commercianti non solo sono i primi a pagare in prima persona gli effetti dell’insicurezza, dell’illegalità e del degrado; non solo costituiscono un osservatorio e un punto di vista privilegiato sulla città, ma se coinvolti nel modo giusto, rappresentano una opportunità per l’intero centro storico. Come associazione abbiamo il compito fondamentale di portare la loro voce nei luoghi dove si prendono le decisioni” – conclude Pieragnoli: “E a questo compito, Auletta se lo metta bene intesta, noi non rinunceremo mai per nulla al mondo”.

Hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi farci una segnalazione? Contattaci!

Alessio Giovarruscio

scrivi
chiama
Condividi la notizia:
error