Confcommercio: Ponsacco apripista per gli altri comuni”

Fumata bianca per le imprese del commercio e gli ambulanti del comune di Ponsacco. La giunta comunale ha deliberato la gratuità del suolo pubblico fino al 30 giugno prossimo.

“Abbiamo deciso di prorogare l’esenzione del canone di occupazione del suolo pubblico per tutti gli esercizi commerciali e gli ambulanti fino a fine giugno, perché il momento è critico e vogliamo continuare a supportare il tessuto commerciale e imprenditoriale del nostro territorio” – dichiara il sindaco di Ponsacco Francesca Brogi: “La pandemia prima e ora il caro bollette, così come l’inflazione, infatti, continuano a mettere a dura prova famiglie e imprese, in un contesto internazionale già molto difficile. Come amministrazione dunque vogliamo fare la nostra parte per dare il nostro supporto a commercianti e ambulanti, prorogando l’esenzione del canone fino a fine giugno”.

Una decisione che Confcommercio accoglie con grande soddisfazione, attraverso le parole del direttore Federico Pieragnoli: “La fine dell’emergenza non vuol dire che la pandemia abbia cessato di generare i suoi effetti devastanti sull’economia e le imprese del territorio. Questi effetti dureranno ancora a lungo, aggravati dai venti di guerra che soffiano sull’Europa, e proprio per questo motivo abbiamo chiesto a tutte le amministrazioni comunali della provincia di Pisa di prolungare la gratuità del suolo pubblico almeno fino a giugno prossimo. Ponsacco è stato il primo ad aver risposto prontamente e ci auguriamo che faccia da apripista e da modello per tutti gli altri comuni del territorio e conferma la straordinaria collaborazione che intercorre tra imprese e amministrazione comunale”.

Si unisce alle parole del direttore, il presidente di Confcommercio Ponsacco Alessandro Simonelli: “Non possiamo che ringraziare un’amministrazione così attenta alle esigenze delle imprese. Questa decisione del comune di Ponsacco, che abbiamo sostenuto con forza, è una boccata di ossigeno per tutte quelle imprese che usufruiscono del suolo pubblico, sia in sede fissa che in sede ambulante. Al di la delle parole, questa decisione rappresenta un aiuto concreto verso alcuni dei settori più colpiti dalla pandemia e che con la fine dell’emergenza sono tutt’altro che in sicurezza. Sostegni e aiuti alle imprese di tutti i settori debbono continuare per sostenere una ripresa che purtroppo, è ancora lontana”.

Per maggiori dettagli e informazioni contattare il responsabile di Confcommercio

Luca Favilli

scrivi
chiama