“Ora concentrarsi sulla sicurezza, così Pisa potrà puntare ad entrare nella top ten delle province italiane”. Non ha dubbi il direttore di Confcommercio provincia di Pisa Federico Pieragnoli nel commentare il balzo in avanti che Pisa ha fatto nella classifica annuale sulla qualità della vita: “Sono stati presi in esame ben 90 indicatori, dalla ricchezza ai consumi, dal lavoro agli affari, dall’ambiente ai servizi, dalla giustizia alla sicurezza, dalla cultura al tempo libero. Indicatori che quasi unanimemente ci restituiscono la fotografia di una provincia che nonostante la pandemia conferma in generale una ottima tenuta, ma addirittura cresce e guadagna 18 posizioni nel complesso. E non a caso, dopo solo Firenze, Pisa è di gran lunga la provincia Toscana più in alto in classifica, a conferma che tutti gli indicatori economici e di benessere stanno andando bene”.

“Da qui il nostro plauso al sindaco di Pisa e a tutti i sindaci della provincia per il lavoro svolto e la costante collaborazione a fianco delle imprese” – aggiunge il direttore: “La spesa delle famiglie è tra le più alte in Italia, e contemporaneamente si registra il boom di start up, due segnali tra gli altri che dimostrano come Pisa abbia tutte le risorse necessarie per ripartire e il dinamismo per rimettere in moto a pieno regime l’economia e i settori che noi come associazione rappresentiamo: commercio, servizi, professioni, trasporto, turismo. Sull’altro fronte anche il miglioramento nella classifica della qualità ambientale e dei servizi sono aspetti in linea con l’andamento complessivo e le aspettative di crescita a medio e lungo termine di questo territorio”.

“Adesso però è il momento di concentrare gli sforzi sulla sicurezza, se vogliamo fare un balzo decisivo” – conclude il direttore: “Non possiamo vedere la provincia di Pisa al 15° posto per numero di furti, al 18° posto per rapine, al 21° per numero di furti in esercizi commerciali, addirittura al 3° posto per rapine in abitazione. Possiamo entrare tra le prime 10 province d’Italia a condizione di migliorare questo aspetto decisivo nella vita di imprenditori e cittadini”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama