Negli anni abbiamo sempre mantenuto una posizione leale e costruttiva ma anche per alcuni aspetti critica rispetto a questa modalità di sistemazione del mercato. La nota positiva è che sono stati rispettati i tempi previsti, così come prefigurato dall’assessore Bice Del Giudice durante gli incontri di concertazione e secondo la volontà degli stessi operatori ambulanti” – dichiara Franco Palermo, presidente della Fiva ConfcommercioPisa, il quale aggiunge: “Ci vorrà un po di tempo per capire fino in fondo gli effetti di questo intervento, che prevede anche un ampliamento delle superfici di vendita. Speriamo che sia la volta buona, il nostro augurio è che questa nuova dislocazione possa trovare il pieno e convinto soddisfacimento degli operatori e naturalmente della clientela”.

Che la situazione del mercato di Navacchio fosse diventata insostenibile, lo dicono i numeri molto alti dei concessionari che negli anni hanno lasciato il posto” – aggiunge Alessio Giovarruscio, responsabile sindacale di Confcommercio: “Lavoriamo attivamente perché questa risistemazione trovi il massimo del gradimento da parte di operatori e clientela. Abbiamo già proposto alcuni interventi di miglioramento: riempire gli spazi vuoti che ancora ci sono, trovare una sistemazione definitiva per i banchi dislocati nell’area che si affaccia su via Gobetti, segnalare adeguatamente le corsie lungo i cerchi concentrici, realizzare strisce pedonali su via Brodolini, tra piazza la Pira e il parcheggio della auto, promuovere il mercato al massimo possibile. Noi siamo a disposizione”.

Per maggiori dettagli e informazioni:

Alessio Giovarruscio

scrivi
chiama
scrivi
chiama