Saldi Pisa: “Al via l’appuntamento più atteso per scontistica e assortimento”

Le 110.000 famiglie pisane avranno a disposizione un budget di 325 euro

Sconti tra il 30% e 50%. Diffidare dagli sconti astronomici

Interessano oltre 15 milioni di famiglie, muovono in totale 5,1 miliardi di euro, con una spesa media di 325 euro a famiglia. “A livello provinciale saranno 110.000 le famiglie interessate ai saldi invernali” – spiega la presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini: “Gli sconti si aggireranno tra il 30% e il 50% e le previsioni ci fanno sperare in un tendenziale aumento rispetto ai volumi d’affari dello scorso anno. Anche perchè, novembre e dicembre sono stati mesi un po difficoltosi, a causa di una stagione che non ci ha agevolato per via del grande caldo, e nonostante il proliferare di promozioni stile Black Friday, i saldi rimangono sempre l’appuntamento più atteso per scontistica e assortimento”.

L’opportunità di un vasto assortimento è decisamente una ottima occasione per i consumatori” – aggiunge Grassini – “in particolare per l’acquisto di giacconi, cappotti, piumini sul fronte dell’abbigliamento e per firme e prodotti di marca per le calzature. I saldi sono una occasione di acquisto trasversale e interessano tutte le età. Colori di tendenza il blu, il bordeaux, il senape e in alcuni casi anche un ritorno del leopardato”.

Diffidare di sconti astronomici e rivolgersi soprattutto ai negozi di fiducia e di vicinato, garanzia di qualità e di servizio, in cui la relazione con il cliente è all’insegna della trasparenza del rapporto prezzo/qualità e della massima professionalità” – questo l’invito della presidente di ConfcommercioPisa Federica Grassini, che conclude: “Il periodo di due mesi per i saldi, oggi come oggi, considerando i tanti e profondi cambiamenti del commercio, non ha più molto senso”.

Condividi la notizia:
error