San Valentino è una data che non tradisce mai”. Ne è convinta Daniela Petraglia, presidente di ConfRistoranti Confcommercio Pisa che in occasione della festa degli innamorati traccia un bilancio “assolutamente positivo per la maggior parte dei ristoranti del territorio pisano, dove registriamo un numero di prenotazioni veramente alto. Se escludiamo lo stop dovuto alla pandemia l’affluenza nei locali per il giorno di San Valentino si è rivelata progressivamene in crescita negli ultimi anni e anche questo appuntamento conferma la tendenza”.

L’amore non va in crisi, neppure in un contesto pieno di incertezze e difficoltà economiche le coppie non rinunciano a celebrare la festa degli innamorati con una serata speciale. Ormai il 14 febbraio ha la stessa importanza di una festa comandata e per i ristoratori rappresenta un importantissimo momento di ripartenza, una vera e propria primavera anticipata che permette di lasciarci alle spalle i numeri ridotti del mese di gennaio e di guardare con ottimismo alla bella stagione”.

San Valentino rappresenta un appuntamento veramente importante per le imprese e in particolare per i pubblici esercizi” conferma il presidente Fipe Confcommercio Pisa Alessandro Trolese. “Basti pensare che in Italia saranno 5,5 milioni i clienti hanno scelto di passare una serata al ristorante, il 4% in più rispetto all’anno scorso, con una spesa complessiva intorno ai 290 milioni di euro, in crescita del 7,4% rispetto a quanto stimato per il 2023 e anche l’intero comparto, con in testa bar, locali e pizzerie conferma il trend positivo. Molti locali si sono organizzati con promozioni speciali e menu dedicati, piatti ad hoc, aperitivi e cocktail per far respirare l’atmosfera tipica della festa degli innamorati”.

Per maggiori informazioni:

Luca Pisani