Potenziamento dell’illuminazione, nuovi parcheggi, interventi per la potatura degli alberi e rifacimento degli attraversamenti pedonali. Questi i temi al centro dell’incontro tenutosi a Palazzo Gambacorti tra una delegazione del direttivo dei commercianti di Sant’Ermete alla presenza del sindaco Michele Conti, il vicesindaco Raffaele Latrofa, l’assessore al Commercio Paolo Pesciatini e il direttore di Pisamo Alessandro Fiorindi. Presenti per Confcommercio Pisa il responsabile area sindacale Alessio Giovarruscio e la referente Centro storico Agnese Profeti, Rossana Badalassi, Victoria Barsotti e Lisa Taddei in rappresentanza dei commercianti di Sant’Ermete.

Un confronto molto utile per fare il punto sugli interventi necessari per garantire maggiore sicurezza e migliori condizioni di lavoro ai commercianti e imprenditori che operano nel quartiere” le parole del direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli. “Ringraziamo il sindaco, gli assessori Latrofa e Pesciatini e il direttore Fiorindi per la disponibilità dimostrata. Sant’Ermete è una zona commercialmente viva che ha bisogno di necessari interventi di riqualificazione per essere pienamente fruibile”.

È stato un momento di confronto importante con gli operatori commerciali della zona, volto a recepire le istanze, trovare soluzioni e valorizzare le attività che insistono in una realtà che costituisce ancora un accesso importante alla città. È stato un incontro operativo e proficuo” dichiara Paolo Pesciatini, assessore al commercio del Comune di Pisa.

Abbiamo apprezzato l’immediata disponibilità dell’amministrazione ad affrontare le questioni più critiche ed urgenti” afferma Rossana Badalassi, in rappresentanza dei commercianti di Sant’Ermete. “A partire dall’insufficiente illuminazione pubblica, ricevendo, l’impegno dell’amministrazione di realizzare un nuovo piano di punti luce. Un intervento prioritario al quale devono essere affiancate opere di riqualificazione, come la potatura degli alberi lungo la via Emilia che attualmente compromettono la visibilità, il rifacimento degli attraversamenti pedonali e l’introduzione di nuovi e più funzionali parcheggi ad uso delle attività commerciali. Stiamo parlando di interventi fondamentali per migliorare la fruibilità di negozi e attività e permetterci di lavorare in un contesto più decoroso” conclude Badalassi, che auspica anche “una soluzione risoolutiva per la demolizione del cosiddetto Eco-Mostro, l’edificio abbandonato lungo la via Emilia diventato ormai un inaccettabile ricettacolo di sporcizia e degrado”.

 

Per maggiori dettagli e informazioni:

Agnese Profeti