In caso di rapina, le telecamere info-investigative, collegate al Decoder Securshop connesso direttamente con le sale operative delle Questure e dei Comandi Provinciali dei Carabinieri della tua Provincia, sono un potente strumento informativo per accertare e sventare in tempi brevi un evento criminoso. Sono inoltre un importante strumento investigativo per la raccolta di informazioni e la determinazione dei reati.

Il Videoallarme by Securshop, grazie al protocollo stretto con il Ministero dell”Interno ed il Garante della Privacy rende possibile, unitamente alle garanzie di tutela di lavoratori e clienti, di inquadrare e riprendere con le telecamere tutta la parte frontale della strada, che è di pertinenza pubblica.
La Normativa vigente, infatti, impedisce alle telecamere non collegate con il Videoallarme di inquadrare oltre i 50 cm dell’accesso ai locali dell’utente.
Con il Videoallarme invece le telecamere diventano strumenti info-investigativi e, su autorizzazione dell’utente, possono essere in uso delle Forze dell’Ordine 24 ore su 24 per le attività di controllo del territorio, oltre che per le attività investigative di Polizia Giudiziaria.

Con il Videoallarme le telecamere divengono così uno strumento di Pubblica Sicurezza.

Inoltre alla generazione della richiesta di soccorso di un utente attivo con i servizi del Videoallarme by Securshop, sia esso per rapina, che per furto o per tentata aggressione in strada, tutte le telecamere attive nel raggio di 10 chilometri sono visualizzabili nelle Piattaforme del Videoallarme.
Le Piattaforme sono presenti presso le Sale Operative della Questura e del Comando Provinciale dei Carabinieri della Provincia da cui si è generato l’allarme.
Le Sale e Centrali Operative di Polizia e Carabinieri coordinano tutte le attività del Pronto Intervento delle pattuglie attive sul territorio.

In questo modo gli operatori di Polizia e Carabinieri hanno le informazioni del veicolo e delle vie di fuga dei malviventi in tempo reale e possono organizzare al meglio la modulazione del pronto intervento.

Per maggiori informazioni, contattare l’Area Marketing e Comunicazione.

 

Condividi la notizia: