Senso unico di via Vittorio Veneto: adesso sarebbe impensabile tornare indietro. E’ Confcommercio Provincia di Pisa, per bocca del suo direttore Federico Pieragnoli a non credere in alcun modo ad una marcia indietro rispetto all’accordo trovato con l’amministrazione comunale, gli imprenditori e la stessa consulta dei cittadini, sancito quasi un mese fa: “Il percorso delineato nel corso della riunione del 29 aprile, con l’accordo di tutti i soggetti interessati, amministrazione comunale, commercianti, rappresentanti dei cittadini, è stato chiaro ed inequivocabile: provvedimento parziale di chiusura serale, in attesa di realizzare nel più breve tempo possibile, ed è passato un mese, i necessari passaggi amministrativi per procedere alla realizzazione del senso unico di via Vittorio Veneto, per la durata dell’intera estate. Per questo, al di la di altre prese di posizione sopraggiunte solo adesso, sono certo che il sindaco Franconi e il vicesindaco Puccinelli procederanno secondo quanto delineato, proprio perché questa amministrazione comunale ha dimostrato con i fatti di non fare distinzioni tra attività di serie A e attività di serie B, tra attività che possono continuare a lavorare e attività che invece finiranno per chiudere”.

“Sin dall’inizio si è parlato di una “sperimentazione” del senso unico, e al di la delle previsioni di improvvisati urbanisti ed esperti futurologi di traffico dell’ultima ora, il bilancio se e che tipo di impatto ci sarà, lo valuterà chi di dovere e solo al termine del periodo di senso unico” – aggiunge il direttore di Confcommercio che conclude: “Tra divieti e mancati incassi giornalieri, l’emorragia di liquidità per i locali di via Vittorio Veneto è inarrestabile e l’eredità pesante del Covid si fa sentire in maniera ancora più pesante. Queste attività hanno tutto il diritto di essere messe in condizioni di tornare a lavorare alla stregua di tutte le altri, altrimenti, vista la loro tribolata vicenda non sarebbe esagerato parlato di accanimento. Ho una piena fiducia nel sindaco Franconi e nella sua giunta, per questo attendiamo quanto prima il varo del senso unico”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: