Contributi a fondo perduto fino al 65% per amianto e sicurezza: bar, ristoranti, pasticcerie, botteghe, ammessi investimenti per taglio, caduta, ustione e rumore

Sui progetti ammessi sarà corrisposto un contributo in conto capitale pari al 65% delle spese sostenute, fino ad un massimale di contributo di 130.000 euro.

Sono ammesse a contributo le imprese operanti in tutti i settori di attività (esclusa l’agricoltura e pubblici esercizi), per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto e per investimenti volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Le imprese di ristorazione, bar, pasticcerie e commercio di prodotti alimentari potranno presentare domanda per progetti di investimento volti alla riduzione del rischio di taglio, caduta, infortunio da ustione e rumore (in questo caso il massimale scende a 50.000 euro).

Maggiori informazioni c/o Confcommercio Pisa, via Chiassatello 67, 56121 Pisa, contatti: Martina Fabiani, telefono 050 7846642, mail: m.fabiani@confcommerciopisa.it.

Condividi la notizia:
error