Solidarietà al bar Fantozzi – Diffamazione inaccettabile, punire i responsabili!

Solidarietà al bar Fantozzi – Diffamazione inaccettabile, punire i responsabili!

Il direttore Pieragnoli: Così si rischia di distruggere le attività commerciali

Piena solidarietà al titolare del Bar Fantozzi e ai suoi dipendenti, chiediamo alle forze dell’ordine che i responsabili siano prontamente individuati e puniti. La Confcommercio Provincia di Pisa è a fianco del suo presidente di Pontedera Mickey Condelli ed esprime una ferma condanna nei confronti degli autori della fake news. È risoluto il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli in merito alle notizie false sparse sui social che volevano che ci fossero contagiati Covid all’interno del locale di Condelli: “Siamo in presenza di una vera e propria diffamazione. È una cosa gravissima, che purtroppo può accadere a chiunque, e che mette a repentaglio il lavoro degli imprenditori, dei soci, dei dipendenti delle imprese, dei negozi e dei locali di volta in volta coinvolti. Chiediamo che i fautori di queste vergognose menzogne via social siano individuati e puniti come meritano. Questa caccia alle streghe in nome del covid, alimentata da voci incontrollate e fake news di ogni tipo è inaccettabile e merita la condanna più assoluta da parte di tutti”.

“Ci vuole responsabilità e attenzione, in gioco il lavoro e la dignità di tante persone che svolgono quotidianamente uno straordinario servizio per la città. Non si possono distruggere attività commerciali per uno stupido sentito dire, per gioco o per chissà quale altro motivo. Qui di virale c’è solo la stupidità e l’idiozia. Non è certamente il web ad avere inventato gli imbecilli, ma gli ha offerto una platea comunque enorme, e la possibilità di fare danni irreparabili. Siccome questo è inaccettabile, come associazione vigileremo e siamo pronti a dare il nostro massimo sostegno a tutti gli imprenditori, così come siamo pronti a fare esposti e denunce ogni volta che si presenteranno situazioni analoghe” – conclude il direttore di Confcommercio.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: