Sosta di cortesia? Da sempre una nostra priorità!

Confcommercio: “In #primaleimprese gratuità nel tardo pomeriggio di sabato”

Sosta di cortesia? Da sempre una nostra priorità. E’ Confcommercio Pontedera, per bocca del suo presidenteMickey Condelli a sottolineare determinati temi chiave individuati dagli imprenditori per rilanciare il commercio: “Pochi giorni fa abbiamo incontrato con il nostro direttivo il sindaco Matteo Franconi e il vicesindaco e assessore al commercio Alessandro Puccinelli, sottoponendo loro un documento #primaleimprese che propone e suggerisce alcuni interventi per migliorare il commercio della città. Uno dei punti in discussione è stato proprio quello della sosta di cortesia. Le modalità di accesso e sosta in centro sono importantissime per il commercio e lo shopping, valide per piazza Martiri della Libertà e per tutto il resto del centro. Da qui la nostra proposta all’amministrazione di 15-20 minuti di sosta di cortesia e la gratuità per tutti i sabati dell’anno dalle ore 16 alle 18. Certi dei loro benefici, noi vorremmo estendere queste due specifiche azioni a tutti i parcheggi che gravitano in centro. La giunta è orientata in questa direzione, ci auguriamo che ciò avvenga quanto prima. Inoltre” – aggiunge Condelli – “abbiamo richiesto a beneficio dei titolari di attività commerciali del centro storico così come per i loro dipendenti, la possibilità di parcheggio gratuita o comunque ad una tariffa molto agevolata, una misura che consideriamo oltremodo equa per coloro che erogano servizi fondamentali alla cittadinanza”.

Siamo stati assicurati sul fatto che l’amministrazione sta elaborando progetti per gli abbonamenti dei commercianti” – aggiunge Valentina Savi, referente di Confcommercio per Pontedera – “e al contempo sappiamo che si stanno elaborando nuovi incentivi in merito alle imposte locali, come ad esempio il costo delle insegne. Inoltre, per affrontare il problema dei fondi sfitti abbiamo suggerito alcuni incentivi per le nuove aperture, in una ottica di valorizzazione del commercio di qualità e di rilancio delle eccellenze”.

Sono molte le sfide dei prossimi anni” – conclude Savi – “decoro, illuminazione, sicurezza, eventi, mercatini. Una delle esigenze particolarmente interessanti, considerando le potenziali ricadute, è quello di connettere e collegare il commercio con la vocazione di città d’arte contemporanea che Pontedera può a ragion veduta vantare, anche in relazione al museo Piaggio, potenziandone sempre di più la dimensione turistica”.

Hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi farci una segnalazione? Contattaci!

Donatella Fontanelli

scrivi
chiama
Condividi la notizia:
error