#stazione #60a12 Commercianti e cittadini a sostegno del mercatino

Home » Blog » #stazione #60a12 Commercianti e cittadini a sostegno del mercatino

#stazione #60a12 Commercianti e cittadini a sostegno del mercatino

Confcommercio Pisa presenta una raccolta firme a sostegno del mercatino della stazione e in contemporanea esplode una rissa in Galleria Gramsci. A volte la realtà supera l’immaginazione e questo è quanto avvenuto in una delle zone della città a più alta densità criminale. I referenti ConfcommercioPisa Alessio Giovarruscio, responsabile sicurezza e Donatella Fontanelli, referente sindacale, insieme all’organizzatore Marco Luperini di Etruria Eventi, avevano appena concluso la presentazione ai giornalisti della raccolta firme perché il mercatino non sia spostato altrove, quando all’altezza dell’agenzia di scommesse si accendeva improvvisamente una rissa tra alcuni immigrati. Immediatamente sono state contattate le forze dell’ordine e la polizia municipale che nel giro di alcuni minuti sono intervenute, riportando la situazione, si fa per dire, alla normalità. “Ma non avevano risolto già tutto alla stazione e l’unico problema rimasto da risolvere erano questi mercatini?” – il commento a caldo del direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli: “Quanto avvenuto è la cartina al tornasole del ragionamento che abbiamo sempre fatto e che giustifica in pieno la presenza di questo mercatino: un presidio civico in un’area abbandonata da anni in preda a degrado e criminalità, nato su richiesta espressa degli operatori della stazione e dei residenti, dopo anni di incuria e promesse a vuoto. A parole sono tutti bravi, la differenza è chi tra chiacchiera e basta e chi prova ogni giorno a fare qualcosa di concreto per migliorare”.

L’antefatto dell’iniziativa di ConfcommercioPisa era stata la richiesta di Confesercenti di alcuni giorni prima, rivolta al sindaco Michele Conti per uno spostamento di questo mercatino in altra sede più opportuna, richiesta a sua volta supportata da 12 firme di attività commerciali della stazione. “La stragrande maggioranza dei commercianti e dei residenti è contraria allo spostamento di questo mercatino” – ha commentato a caldo Alessio Giovarruscio – “e respingiamo al mittente i pregiudizi e le strumentalizzazioni dell’altra associazione che, invece di svolgere con responsabilità il proprio ruolo di rappresentanza imprenditoriale, rivela soltanto una micragnosa e controproducente rivalità”.

Sono 58 le firme raccolte in poche ore e consegnate all’ufficio protocollo del comune di Pisa con destinatario il sindaco Conti e gli assessori Bonanno e Pesciatini” – ha precisato infine Donatella Fontanelli: “28 attività commerciali, compreso tutti gli alberghi, 30 residenti e clienti che hanno firmato affinché il mercatino resti al proprio posto”.

Condividi la notizia:
2018-11-23T12:26:20+00:00