Con l’approvazione del testo del Decreto-Legge relativo alle misure urgenti finalizzate alla realizzazione degli obiettivi del PNRR per il 2021, sono stati introdotti contributi e crediti di imposta per le imprese turistiche.

Al fine di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva italiana, sarà riconosciuto alle imprese alberghiere, agrituristiche, strutture ricettive all’aria aperta, nonché alle imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, compresi gli stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici e parchi tematici, un credito di imposta nella misura dell’80% delle spese ammissibili sostenute per:

  • interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la riqualificazione antisismica
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche
  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia di cui all’Art. 3, comma 1, lettere b), c), d) del D.P.R. 380/2001, funzionali agli interventi di cui sopra
  • realizzazione di piscine termali, acquisto di attrezzature per lo svolgimento delle attività termali
  • digitalizzazione

Per i medesimi interventi e destinatari, inoltre, è previsto il riconoscimento di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di € 40.000, fruibile indipendentemente dal credito di imposta.
l contributo potrà aumentare di ulteriori € 30.000 qualora l’intervento preveda una quota di spese per la digitalizzazione e l’innovazione delle strutture in chiave tecnologica ed energetica di almeno il 15% dell’importo totale dell’intervento.

Si attende la disposizione attuativa da parte del Ministero del Turismo prevista per la metà del mese di dicembre.

Per maggiori informazioni, l’Area Fiscale è a vostra disposizione

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama