“Il Parco Urbano di Cisanello è il posto più idoneo ad ospitare il mercato del mercoledì di via Paparelli”. A pensarla così è il sindacato ambulanti della Fiva ConfcommercioPisa, che ha indirizzato la proposta direttamente al sindaco Michele Conti e all’Assessore al commercio Paolo Pesciatini.

“Il nostro obiettivo è quello non solo di salvare il mercato del mercoledì, ma di rilanciarlo come una grande opportunità per tutta la città. Già nel corso delle riunioni di concertazione sul nuovo Piano del Commercio, abbiamo con forza espresso la necessità di individuare una nuova e più opportuna sede per il mercato del mercoledì di via Paparelli” – spiega il presidente provinciale della Fiva Franco Palermo: “Parliamo di un mercato in grande difficoltà da lungo tempo, molto poco redditizio per gli operatori, non pochi dei quali lo disertano quasi sistematicamente. Il colpo di grazia è venuto poi con l’irrompere del Covid, che ha fatto ulteriormente precipitare una situazione già incancrenita, e da allora la situazione è diventata insostenibile”.

“Ci siamo messi al lavoro, cercando di individuare un’area fruibile dove poter ricollocare questo mercato e abbiamo individuato, dopo una attenta analisi, all’interno della grande area denominata Parco Urbano di Cisanello,uno spazio idoneo e fruibile ad ospitare il mercato del mercoledì, compatibile con la destinazione urbanistica prevista, e coerente con le esigenze della cittadinanza” – aggiunge il presidente Franco Palermo.

“Abbiamo chiesto al sindaco Conti e all’assessore Pesciatini di valutare insieme e verificare con la massima attenzione questa proposta, che tanto per cominciare avrebbe il merito immediato di liberare una volta per tutte il parcheggio scambiatore dalla presenza del mercato il mercoledì” – sottolinea il responsabile sindacale di Confcommercio Alessio Giovarruscio: “Inoltre, questa proposta è perfettamente compatibile con l’obiettivo che condividiamo con l’amministrazione comunale di alzare il livello qualitativo del commercio su aree pubbliche e aumentare la fruibilità dei cittadini, offrendo nuove e più ampie opportunità di lavoro agli stessi operatori ambulanti. Che per inciso, ne hanno un grandissimo bisogno”.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: