Svegliarsi una mattina e scoprire che qualcuno si impadronisce della tua identità virtuale. Forse è arabo l’hacker che a suon di intrusioni e tecnologia spy viola la privacy del presidente della Confcommercio di Ponsacco, Alessandro Simonelli e chiede soldi a amici e conoscenti del commerciante ponsacchino. «Sto bene, non sono in Inghilterra e ho già provveduto a fare denuncia di questa truffa alla polizia postale«, commenta a caldo Simonelli svegliato di primo mattino da tutti conoscenti che chiedono lumi sulla mail ricevuta. Si tratta di una nota dai toni confidenziali, ma dall’italiano un po’ zoppicante, arrivata dall’indirizzo di posta elettronica del presidente dell’associazione commercianti.

Leggi il resto: Simonelli

Condividi la notizia: