Si chiama H-Benchmark ed è la nuovissima piattaforma di hospitality data intelligence che a partire da lunedì 4 marzo sarà installata inizialmente in via sperimentale in 20 strutture alberghiere cittadine. La piattaforma consentirà di ottenere una serie informazioni affidabili, relative ai prossimi 12 mesi, a partire dai flussi di prenotazione delle strutture ricettive.

Parla di vera e propria “rivoluzione per il turismo pisano” Andrea Romanelli, presidente di Federalberghi Confcommercio Pisa: “Partner strategico dell’iniziativa è il Centro Studi Turistici, il comune di Pisa ha ottenuto i necessari finanziamenti, e adesso possiamo finalmente partire con questo fondamentale progetto che come federazione sosteniamo da anni. Fino ad oggi, l’amministrazione comunale e gli operatori turistici dovevano accontentarsi dei dati ufficiali Istat, che restituiscono solo la fotografia del passato. Da domani, grazie a questa nuova piattaforma, saremo messi in condizione di programmare il turismo a partire da dati previsionali, sulla base delle prenotazioni in tempo reale delle strutture ricettive pisane. A partire dall’elaborazione di questa mole di dati, la piattaforma restituisce una folta serie di indicatori di performance entro una finestra di 12 mesi, dalla nazionalità dei turisti, al tasso di occupazione delle camere, dalla spesa media ai prezzi di vendita. E’ fin troppo evidente come le scelte di enti locali e operatori turistici potranno beneficiare nella realizzazione di efficaci strategie di attrazione dei visitatori”.

Benvenuto turismo 4.0 grazie a questo potente strumento di analisi dei dati e di pianificazione strategica del turismo pisano, sia della destinazione nel suo complesso, sia della singola struttura ricettiva” – ribadisce il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli: “In un contesto di competizione internazionale sempre più agguerrita, l’analisi previsionale dei flussi turistici è decisiva per assumere scelte consapevoli, pensiamo ad esempio alla programmazione degli eventi, e decisioni opportune e conseguenti. Un altro passo avanti per rendere Pisa e il suo territorio sempre più attrattive, da oggi anche grazie ad una piattaforma che potrà essere estesa a musei, parchi, strutture sportive e quant’altro”.

Ringraziamo l’assessore al turismo Paolo Pesciatini e l’ufficio turistico di Pisa per il prezioso avoro e aver ottenuto le necessarie risorse economiche a finanziarlo” – concludono il presidente di Federalberghi e il direttore di Confcommercio.