Marina non sarà più la stessa, Romoli ha cambiato lavoro

“Che in un momento eccezionale e difficile come quello attuale, con le imprese alla canna del gas e una marea di emergenze da affrontare, Romoli consideri prioritario discutere del senso unico di via Moriconi, palesa in maniera del tutto evidente non solo quanto clamorosamente inopportuno e fuori contesto, ma contraddittori e particolaristici siano gli interessi che dice di rappresentare”.

È il direttore di Confcommercio Federico Pieragnoli a intervenire sulla vicenda: “La viabilità del litorale pisano è una cosa troppo seria e decisiva per la vita delle imprese, per lasciarla alle esternazioni estemporanee di un Romoli, che d’emblées cambia mestiere e si erge, non solo a neo urbanista e ingegnere strutturista di riconosciuta fama, ma a paladino degli interessi specifici di alcuni residenti di via Moriconi. Mestiere nobile, per carità, che tradisce, da un lato la volontà di denigrare una parte significativa di attività commerciali che Romoli, suo malgrado, non rappresenta, dall’altro una imbarazzante povertà di idee e una assoluta mancanza di progettualità verso il futuro ormai imminente di un litorale che a partire da Marina di Pisa, come dimostrano le azioni di riqualificazione intraprese dall’amministrazione, non sarà più lo stesso”.

“Responsabilità, visione, rappresentanza degli autentici interessi imprenditoriali sono gli unici valori che guidano l’azione di Confcommercio, su via Moriconi come su qualsiasi altra questione più o meno rilevante” – chiarisce il direttore: “Non c’è molto da aggiungere rispetto a quanto già dichiarato dagli stessi imprenditori di Marina, che ben conoscono la situazione per viverla ogni giorno e che trovano semplicemente assurda e dannosissima una simile trovata, che ha l’unico merito di stravolgere una viabilità già adesso precaria. Dopo vent’anni di colpevole e assoluto immobilismo sul litorale, capisco chi come Romoli si arrocchi in una posizione di retroguardia, e faccia di tutto per non parlare delle questioni fondamentali. Ma guardando al suo nuovo lavoro di paladino dei residenti mi domando: come farà a rappresentare contemporaneamente anche gli interessi degli abitanti di via dell’Ordine, di via Milazzo e di tutte le altre strade coinvolte?” – conclude Pieragnoli.

Per ulteriori informazioni:

scrivi
chiama
Condividi la notizia: